Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
21 febbraio 2012 2 21 /02 /febbraio /2012 17:50


nuovi-cittadini.jpg

Una web tv per raccontare le eccellenze dei nuovi cittadini italiani, attraverso la produzione di filmati, interviste video, pubblicazioni e documenti. E’ questa la proposta di www.nuovicittadinitv, la web tv nata nel Marzo 2010 e registrata come testata giornalistica a Milano, che recentemente ha aperto due nuove sedi a Bologna e Genova.

La mission di questa nuova web tv è quella di promuovere una nuova visione, un progetto di un’Europa che valorizzi l’occasione di arricchimento culturale e sociale legato all’immigrazione come fenomeno ormai strutturale di tutte le società dei paesi della comunità Europea, con una particolare attenzione all’Italia.

L’idea di presentare attraverso approfondite video interviste la realtà di quelli che da stranieri sono diventati nuovi cittadini, nasce, come spesso accade, dalla constatazione che nei media e nel discorso pubblico in generale le persone di origine straniera sono rappresentati in maniera parziale, con una prevalenza di immagini che associano l’immigrazione alla criminalità e all’insicurezza sociale oppure alla povertà e al disagio personale e sociale.
Nuovi Cittadini TV vuole raccontarci l’altro lato, quello normalmente celato dalle immagini pubbliche dell’immigrazione, ma che in realtà spesso costituisce la normalità, le storie personali per le quali l’immigrazione ha significato successo, crescita professionale e culturale, benessere economico per il migrante e uncontributo fondamentale alla vita sociale e territoriale per la società di arrivo.

Una realtà entusiasta, composta da giovani alle prime esperienze e alla ricerca di nuove proposte, collaborazione e storie di eccellenze di nuovi italiani.

Condividi post
Repost0
24 dicembre 2011 6 24 /12 /dicembre /2011 18:13

‘’Carta stampata su valigie di cartone; l’ informazione per i nuovi italiani’’  (ricerca realizzata con la guida del professor Raffaele Fiengo e pubblicata da Lsdi) analizza quel mondo che – a differenza dei principali media italiani,  che guardano il fenomeno immigrazione solo in termini allarmistici e negativi -, conta su una miriade di periodici cartacei e siti web che affrontano in modo costruttivo il fenomeno dei ‘’nuovi italiani’’.

 Le testate “etniche” – destinate a specifiche comunità e formate da un ristretto numero di collaboratori ormai perfettamente integrati – e testate “multiculturali”,  testate multiculturali, gestite in maggioranza da cittadini italiani ma destinate soprattutto a un pubblico straniero e accomunate soprattutto da una forte interattività.

Informazione completa: Libertà di Stampa Diritto all'Informazione

Scarica la ricerca Carta stampata su valigie di cartone’ di Luca Peruzzato

 

Condividi post
Repost0
14 novembre 2011 1 14 /11 /novembre /2011 22:14

Roma – Lunedì 14 novembre presso l’Unar (Ufficio nazionale contro le discriminazioni razziali) l’Ansi, rappresentata dalla segretaria nazionale Paula Baudet Vivanco e dalla socia Anelise Sanchez, ha incontrato Enzo Iacopino, presidente del Cnog (Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti) e Roberto Natale, presidente Fnsi (Federazione nazionale della Stampa italiana). Presente  anche Massimiliano Monnanni, direttore Unar.

Al centro dell’incontro l’articolo 3 della legge sulla Stampa (l. n. 47 del 1948) che impedisce la registrazione di testate giornalistiche da parte di direttori responsabili non comunitari anche se iscritti all’Ordine e in particolare il caso della socia Ansi Domenica Canchano, iscritta all’Ordine giornalisti della Liguria e all’Assostampa ligure, protagonista di un parere legale dell’Unar (settembre 2011)  dove si stabiliva il carattere discriminatorio della legge. Ansi ha sostenuto la necessità di trovare percorsi di superamento dell’evidente discriminazione, così come anche indicato da Unar, chiedendo in tal senso l’appoggio di Cnog ed Fnsi “perché non esistano più giornalisti di serie B o giornalisti a metà che non possano esercitare in pieno una volta che l’Ordine abbia riconosciuto la loro professionalità con l’iscrizione nei propri elenchi “. Dalla riunione è emersa la proposta di richiedere al ministero di Giustizia un parere sulla materia, anche alla luce dell’interpretazione Unar, e l’emanazione di una circolare che permetta ai Tribunali di non discriminare i colleghi sprovvisti del passaporto di uno Stato dell’Unione europea.

A margine dell’incontro Ansi ha anche richiesto al Cnog di inviare nuovamente agli Ordini regionali la circolare 1/2005 dove si stabilivano le modalità di accesso all’Ordine per i cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti sul territorio italiano. Inziativa necessaria dopo un monitoraggio condotto nell’ottobre 2011 dall’Ansi sulle informazioni fornite da tutti gli Ordini regionali sull’iscrizione dei giornalisti stranieri e dove emerso un quadro non coerente, disomogeneo, delle risposte fornite dalle segreterie e dai diversi siti ufficiali.

Condividi post
Repost0
10 settembre 2011 6 10 /09 /settembre /2011 23:26

Da settembre una delle parole più diffuse per indicare gli immigrati non sarà più utilizzata nei verbali della polizia giudiziara  di Savona. Agli inizi del mese il procuratore capo della città ligure Francantonio Granero ha deciso di firmare una circolare con la quale si invitano le forze di polizia giudiziaria a non utilizzare più in un verbale di contestazione di reato la parola “extracomunitario” sostituendola con il termine “cittadino straniero”, probabilmente ritenuto più generico e meno accostabile a connotazioni razziste o comunque negative.

Condividi post
Repost0
25 luglio 2011 1 25 /07 /luglio /2011 23:23

Roma, 25 luglio 2011 – Nel corso della mattina decine di giornalisti italiani e stranieri, rappresentanti di associazioni, movimenti e i presidenti dell’Ordine dei giornalisti e della Fnsi  hanno manifestato davanti al Cie (Centro di identificazione ed espulsione) di Roma a Ponte Galeria. Contemporaneamente  in tutta Italia altri presidi di fronte ai Centri di identificazione ed espulsione  e dei Centri di accoglienza per i richiedenti asilo (Cara) per sostenere l”iniziativa nazionale “LasciateCIEentrare” contro la circolare del ministro dell’Interno Roberto Maroni che vieta categoricamente l’accesso a giornalisti.  Tra gli organizzatori della manifestazione Fnsi, Ordine dei giornalisti, Asgi, movimento Primo marzo e Open Society Foundation e tra le prime adesioni quella di Ansi, fondata proprio “da giornalisti di origine straniera che hanno vissuto il percorso migratorio sulla propria pelle e come i colleghi italiani ritengono necessario garantire il diritto di cronaca sulla realtà dell’immigrazione”, come si legge nella lettera di sostegno all’iniziativa.

Nemmeno nelle carceri – è stato sottolineato da molti presenti al Cie di Ponte Galeria – c’è una così palese violazione del diritto di informazione. “Un vero e proprio inaccettabile bavaglio” ha sostenuto Roberto Natale, presidente Fnsi.
Solo una delegazione di parlamentari che hanno aderito all’iniziativa ha potuto varcare gli alti cancelli del centro alle porte di Roma.

Condividi post
Repost0
6 luglio 2011 3 06 /07 /luglio /2011 23:19

Quattordici giornalisti di origine straniera che vivono in Italia ci sfidano a (ri)conoscere il nostro paese attraverso i loro sguardi. Prefazione di Gad Lerner. Illustrazioni di Zerocalcare. Tra gli autori alcuni fondatori dell’Ansi.

Un ragazzo di Hong Kong che studia belle arti a Milano, una giovane ciclista lituana alle prese con l’umorismo toscano, una bambina cilena sbarcata nella Roma degli anni ottanta, un uomo camerunense che realizza il sogno di costruirsi una casa in patria: sono alcune delle storie riunite in questa breve raccolta, raccontate con stili diversi e unite dal filo rosso dell’ironia. Quattordici giornalisti di origine straniera firmano questo omaggio collettivo all’autore delle Lettere persiane. Alcuni, i più giovani, sono nati o cresciuti qui, altri sono arrivati già adulti. Come Montesquieu, hanno immaginato dei personaggi, più o meno autobiografici, che raccontano le loro impressioni sull’Italia ad amici o parenti. E ci ricordano l’importanza di aprirsi a nuovi sguardi sul mondo in cui viviamo.

Gli autori: Farid Adly, Ejaz Ahmad, Ismail Ali Farah, Lubna Ammoune, Mayela Barragan, Paula Baudet Vivanco, Domenica Canchano, Alen Custovic, Raymon Dassi, Darien Levani, Gabriela Pentelescu, Edita Pucinskaite, Sun Wen-Long, Akio Takemoto.

Condividi post
Repost0
2 luglio 2011 6 02 /07 /luglio /2011 21:41

Dal 2 luglio viene distribuito «Informatorul de Verona» destinato agli immigrati. E’ stampato in 5.000 copie e conterrà notizie di servizio e articoli relativi alla vita dei romeni. La sede è all’associazione Open onlus.

 

Un giornale in lingua romena, realizzato a Verona, per dare notizie ai romeni residenti tra la città e la provincia. È il primo settimanale di informazione, cultura e dibattiti nato nel Veronese che si rivolge alla comunità romena, che con i suoi 18.000 componenti è una delle più numerose tra le comunità straniere che vivono sul territorio scaligero. Il nuovo periodico di chiama «Informatorul de Verona»

Condividi post
Repost0
11 maggio 2011 3 11 /05 /maggio /2011 20:53

Nasce Italy news, il primo telegiornale online multilingue di Tiscali con notizie in sei idiomi differenti: arabo, cinese, russo, filippino, spagnolo e rumeno, scelti in base alla diffusione delle comunità straniere in Italia.

Il progetto, sviluppato in collaborazione con i giornalisti della cooperativa sarda Bisos.it, è rivolto agli immigrati presenti sul territorio italiano da lungo tempo, ma anche a quelli di seconda generazione che intendono tenere vivo il contatto con la lingua madre. In linea con la nuova strategia editoriale del portale che ha visto dare sempre più spazio alle news e ai contenuti giornalistici, il Tg multilingue vuole diventare la prima risorsa informativa per gli stranieri in Italia. I sei telegiornali che compongono il portfolio del Tg multietnico, vengono interamente sviluppati negli studi allestiti nella sede di Tiscali a Cagliari, e vanno in onda online sette giorni su sette con una durata variabile tra i tre e i sei minuti.
La redazione di Italy News seleziona le notizie principali avvenute in Italia, focalizzandosi su quelle di particolare interesse per gli immigrati. “In un periodo come quello che stiamo vivendo abbiamo sentito il dovere di assecondare la forte esigenza di informazione in lingua straniera della comunità dei migranti residenti in Italia. Il nostro portale si propone ancora una volta e anche per gli stranieri come un accreditato punto di riferimento per una community sempre più esigente e in crescita e per la quale le barriere geografiche non possono rappresentare un limite all’informazione”, afferma Marco Agosti, Portal Director di Tiscali.
Raggiungibile nella sezione News del Canale Video del portale, il TG Multilingue di Tiscali è una risposta concreta ai bisogni informativi dei tanti immigrati presenti nel nostro Paese, una comunità quella straniera in costante aumento da diversi anni.

Condividi post
Repost0

Giornalismo e Intercultura

logoansiPagina ufficiale  della Associazione Nazionale Stampa Interculturale

 

FB-rid  Facebook 

 

twitt-rid.jpg Twitter

 

linkdin-rid.jpg

LinkedIn


Con il sostegno di

OS-rid.jpg

Archivi

Partners

FNSIsubalpina

Fij-rid

cospe