Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
18 febbraio 2012 6 18 /02 /febbraio /2012 14:34

mediva.JPG

L'analisi ha dimostrato che nonostante le tendenze positive osservate, la produzione delle notizie concernenti la migrazione incontra alcune sfide.

  • La maggior parte dei materiali presentati dai media si concentra ancora sugli aspetti negativi della migrazione.

  • I media continuano a trattare i temi della migrazione in modo sensazionalista e li vedono piuttosto come un problema.

  • La particolare enfasi sui "migranti di successo" generata da alcuni media è stata spesso limitata alla singola dimensione del fenomeno migratorio, non riuscendo così a controbilanciare le rappresentazioni spesso negative della migrazione.
  • E stato ripetutamente sottolineato che è necessario garantire un resoconto equilibrato e preciso sugli immigrati dando ascolto alle loro voci.

E' disponibile una sintesi dei rapporti tematici del Progetto MEDIVA in lingu italiana. Tutte le informazioni e i report in lingua inglese sono disponibili sul portale MEDIVA  Media For Diversity And Migrant Integration, Consolidating Knowledge & Assessing Media Practices across the EU.

I media tendono a non coprire in modo continuato il fenomeno migratorio. Invece i media ‘inondano’ lo spazio multimediale con una copertura istantanea e poi abbandonano il tema sottoponendo il pubblico a pensare d’immigrazione come "problema / conflitto / difficoltà".Infine, nonostante l'ottimo lavoro fatto finora da molti professionisti dei media, il fenomeno della migrazione continua a dipendere da eventi che accadono e dalle agende politiche perché spesso i media non hanno una strategia di comunicazione in questo senso. In altre parole, vi è consapevolezza limitata del fatto che la migrazione potrebbe/dovrebbe essere presentata in modo sistematico, come altre importanti questioni come l'economia, relazioni internazionali, o cultura. Questo sarebbe l'unico modo, insieme al lavoro meticoloso di reportingper presentare un quadro equilibrato dei vantaggi e degli svantaggi della migrazione e integrazione dei migranti.

 

Condividi post
Repost0
8 febbraio 2012 3 08 /02 /febbraio /2012 23:00

Prenderanno il via il 17 e 18 Febbraio gli incontro di in/formazione partecipata e produzione editoriale per giornalisti e operatori dei media “Diversità culturale e immigrazione”.

Per iscriversi mandare una mail all’indirizzo liguria@cospe.org o chiamare i numeri 010 8937457, 3294878729 ENTRO il 14 FEBBRAIO.

Il percorso mira a stimolare la riflessione tra giornalisti e operatori dell’informazione sulle nuove sfide che pone al giornalismo l’Italia multiculturale.

Gli obiettivi che il corso si propone sono quelli di aumentare le competenze e la conoscenza delle dinamiche interculturali da parte dei giornalisti e operatori dell’informazione e di conseguenza contribuire al miglioramento della qualità dell’informazione in modo responsabile e consapevole.

Nella due giorni interveranno tra gli altri Attilio Lugli, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Liguria, Marcello Zinola dell’Associazione Stampa Ligure e Roberto Natale, Presidente della Federazione Nazionale della Stampa.

Scarica il volantino con il programma dettagliato.

seconda-lezione-corso2.jpg

Tutte le informazioni sul portale Media e multiculturalità

Condividi post
Repost0
16 gennaio 2012 1 16 /01 /gennaio /2012 17:10

Tesserino-ordine-giornalisti.jpgA Bari seminario sulla Carta di Roma seguito da 50 cronisti delle testate pugliesi e da circa 20 studenti del Master in Giornalismo. “Non si tratta di occultare i fatti ma di non caricarli di linguaggi razzisti”

Il seminario “Conoscere la Carta di Roma”, tenutosi a Bari il 13 gennaio 2012 e a cui hanno partecipato più di 50 giornalisti delle principali testate pugliesi e circa 20 studenti del Master in Giornalismo, è stato un momento importante per riflettere sulla Carta di Roma, sul ruolo etico del giornalista e la sua cruciale scelta delle parole al fine di non fomentare intolleranza verso lo straniero. 

Articolo completo: Il Tamburo 

Sul tema, Giuseppe Pace (Antenna Sud) ha raccolto il pensiero del presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, Roberto Natale.

Condividi post
Repost0
6 gennaio 2012 5 06 /01 /gennaio /2012 18:14

di-luzio.jpg

In Italia non sono migranti. In tv e sui giornali si chiamano “vucumprà”, “zingari” o “clandestini”. Stereotipi che formano l’immaginario collettivo e falsano l’informazione su chi arriva nel nostro paese in cerca di un futuro migliore. “Brutti, sporchi e cattivi. L’inganno mediatico sull’immigrazione” (Ediesse) è il saggio di Giulio Di Luzio, giornalista e collaboratore del Corriere del Mezzogiorno di Bari, che analizza i relativi clichés narrativi attraverso i titoli dei quotidiani e i programmi del piccolo schermo. Emergono ritratti umani e cronache distanti anni luce dal risultato di una ricerca scientifica e accurata. Perché in ballo ci sono consenso e direttive politiche.

Fonte: Il Fatto Quotidiano 

Condividi post
Repost0
9 dicembre 2011 5 09 /12 /dicembre /2011 22:20

talea.jpg

Il Premio giornalistico nazionale “Talea: Il merito mette radici”, istituito dalla Fondazione Ethnoland, intende dare il giusto riconoscimento ai giornalisti che contribuiscono a una migliore comprensione dei fenomeni migratori, dei modelli della buona integrazione, dell’immigrazione qualificata, del valore della diversity e della cultura dell’inclusione. Il concorso è aperto agli operatori dell’informazione, iscritti alle scuole di giornalismo, addetti degli uffici stampa istituzionali, sia che risiedano in Italia che all’estero.

Saranno ammessi gli articoli, post e servizi audio-video pubblicati o trasmessi dal 1 giugno 2010 al 31 dicembre 2011.

Per partecipare è richiesta la spedizione dei servizi a mezzo posta, entro il 31 gennaio 2012 alla Segreteria Organizzativa, presso Fondazione Ethnoland, via Settembrini, 60– 20124 Milano (MI) tel. 02/97382866.

È gradita la segnalazione dell’invio all’indirizzo: ufficiostampa@taleaweb.eu.

Il bando è scaricabile sul portale della Fondazione Talea.

Condividi post
Repost0
9 novembre 2011 3 09 /11 /novembre /2011 23:41

Si terrà a Bologna il prossimo appuntamento organizzato da MARS – Media Against Racism in Sport, il programma congiunto dell’Unione Europea e del Consiglio d’Europa che mira a istituire una rete europea di professionisti dei media per combattere il razzismo e la discriminazione nello sport e non solo.

Dopo la formazione europea il primo appuntamento sarà quello italiano, organizzato dal Centro Zaffiria in collaborazione con il CORECOM Emilia-Romagna e si svolgerà dal 30 novembre al 3 dicembre.

Le sessioni plenarie e i lavori di gruppo saranno focalizzati sugli scambi di pratiche professionali tra formatori nel campo della formazione giornalistica e della media literacy, incrociando esperienze e metodi e sviluppando nuovi strumenti per una maggiore integrazione della diversità e della non-discriminazione nella produzione mediale.

Per ulteriori informazioni visita il sito MARS.

Condividi post
Repost0
9 novembre 2011 3 09 /11 /novembre /2011 23:39

Anche quest’anno, in occasione del 18° seminario per i giornalisti organizzato da Redattore Sociale, diverse istituzioni hanno bandito borse di studio a copertura delle spese di partecipazione e di viaggio di almeno 35 giornalisti free lance.

Il seminario “Bulimie. Dalle abbuffate virtuali alla sobrietà dell’informazione” si terrà alla Comunità di Capodarco di Fermo da 25 al 27 novembre e tutte le borse prevedono la copertura di tutte le spese di iscrizione e di soggiorno (vitto e alloggio) assicurati dagli organizzatori del seminario, oltre a un contributo alle spese di viaggio fino a 150 euro. Una parte delle borse verrà riservata a giornalisti (iscritti o non iscritti all’Ordine dei giornalisti) di origine straniera (cittadini italiani e non) e Rom, inoccupati e disoccupati. Riguardo alle competenze,  la Open Society Foundation privilegerà coloro che si occupano o si sono occupati di temi relativi alle discriminazioni e all’immigrazione.

Per partecipare al bando occorre spedire la propria richiesta, con il cv allegato, all’indirizzo giornalisti@redattoresociale.itentro il 10 novembre 2011.

Ulteriori informazioni:

Sito internet , Tel 0734 681001, e- mail giornalisti@redattoresociale.it

Condividi post
Repost0
3 ottobre 2011 1 03 /10 /ottobre /2011 23:33

With the generous support of the Ford Foundation, the French-American Foundation is launching the Immigration Journalism Fellowship. This first of its kind Fellowship aims to provide media professionals with the financial means to produce objective and challenging material on one of the most heated and controversial contemporary issues. To that end, the French-American Foundation will award fellows up to $10,000 for their work, to be completed over a 4-6 month period.

The fellowship is open to experienced journalists of any nationality and with an interest in questions of immigration and integration. The French American Foundation will pay special attention to innovative and groundbreaking material. We are looking for visionary, uncovered and meaningful stories with the potential to advance public debate. Both creative content and format will draw our particular attention. All types of stories will be considered (local, global, cultural, economic, etc.), as long as they comply with journalism ethics of fairness and responsibility.

Application deadline: Wednesday, November 16, 12:00 PM EST

Eligibility requirements

The French-American Foundation and its Media Advisory Committee will consider media professionals:

  • from all types of media (print, web, broadcast, documentary, etc.);
  • with a minimum of three years of professionalism journalism experience and outstanding achievements in the field;
  • of all nationalities (note that the work produced as part of the fellowship must be published in the United States or in Europe);
  • with the ability to work  in either English or French (the final work must be published in English or French);
  • with a prior commitment from a media organization to publish the work produced.

Applications will be evaluated according to the proposed reporting projects’:

  • originality and innovation;
  • potential for a tangible and lasting impact on journalists and the general public;
  • potential for adaptation to different media (video, podcasts, radio, etc.).

Journalists can apply individually, but publications and media organizations are encouraged to submit the names of journalists. Teams of up to three journalists can also apply for a single fellowship and share the funds towards completing their project. Freelancers are eligible to apply as well.

Please note that the fellowship will not pay salaries for journalists on the program but will offer the possibility of a stipend. In addition, it will not cover the costs of a traveling companion, and each fellow can only obtain financing for one project at a time.

At the end of the fellowship, selected fellows will be invited to attend a closing ceremony in New York.

Contact journalism@frenchamerican.org with any questions.

Information: French American Foundation

Condividi post
Repost0
23 settembre 2011 5 23 /09 /settembre /2011 23:28

Sei un aspirante giornalista appassionato di tematiche europee? Cogli l’opportunità di svolgere uno stage presso un’emittente radiofonica e vincere uno dei 5 iPad in palio.

Sei uno studente? Hai meno di 30 anni? Credi che fare del giornalismo sull’Europa possa avvicinare i cittadini comunitari alle tematiche europee? Ti piacerebbe fare il reporter per la Comunità Europea?

Euranet può aiutarti a realizzare il tuo sogno!

Scopri come partecipare alla prima edizione degli Euranet Awards:

Il tema di questa prima edizione degli Euranet Awards è “I diritti dei cittadini europei”. I candidati che verranno selezionati avranno l’opportunità di visitare il Parlamento Europeo nelle giornate di 8, 9 e 10 Novembre e raccogliere del materiale audio per un servizio della durata di 4-5 minuti.

Euranet si occuperà di organizzare il viaggio ed il soggiorno a Bruxelles e, se necessario, fornire l’apparecchiatura per le registrazioni audio.
Calendario:

  • 19 Ottobre: Termine per presentare le candidature
  • 8-10 Novembre: I candidate selezionati saranno a Bruxelles per raccogliere il materiale
  • 20 Novembre: Termine per presentare I reportage
  • Dicembre: Pubblicazione dei vincitori del concorso

Il primo selezionato avrà l’opportunità di svolgere, nell’anno 2012, uno stage della durata di quattro settimane presso una delle emittenti radiofoniche aderenti. Lo stage sarà accompagnato da una borsa destinata a coprire le spese di viaggio e alloggio. Nel caso in cui il candidato conosca una seconda lingua straniera, lo stage potrà essere prolungato per altre due settimane presso un’altra emittente aderente. I primi cinque selezionati riceverenno inoltre un iPad.

Tutte le informazioni sono disponibili sul portale Euranet – European Radio Network

Condividi post
Repost0
16 giugno 2011 4 16 /06 /giugno /2011 21:37

ROMA 16 giugno 2011 – Un vero e proprio dizionario in trecento parole, tradotte nelle principali lingue dell’Unione europea, per mettere fine alla Babele del linguaggio legato all’immigrazione.

È stato presentato a Roma il Glossario dei termini in materia di immigrazione e asilo, realizzato dall’European migration network (Emn), che in Italia fa capo al ministero dell’Interno, con il supporto tecnico dei redattori del “Dossier Statistico Immigrazione” Caritas/Migrantes. E tra le parole non c’è il termine “clandestino”, ritenuto di alcuna rilevanza giuridica

Notizia completa sul portale Redattore Sociale.

Altre informazioni sul comunicato stampa del portale Diritti globali.

Condividi post
Repost0

Giornalismo e Intercultura

logoansiPagina ufficiale  della Associazione Nazionale Stampa Interculturale

 

FB-rid  Facebook 

 

twitt-rid.jpg Twitter

 

linkdin-rid.jpg

LinkedIn


Con il sostegno di

OS-rid.jpg

Archivi

Partners

FNSIsubalpina

Fij-rid

cospe