Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
10 ottobre 2011 1 10 /10 /ottobre /2011 23:35

Giovedì 13 ottobre 2011 Ansi (Associazione nazionale Stampa interculturale) interverrà al lancio della Campagna “18 anni…in Comune!”, iniziativa di Anci (Associazione nazionale Comuni italiani), Save the children e Rete G2 – Seconde Generazioni rivolta ai figli dell’immigrazione. Ansi parlerà in particolare del blocco nell’evoluzione professionale delle seconde generazioni nate, o comunque cresciute, in Italia che intraprendono la carriera giornalistica e non hanno avuto accesso alla cittadinanza italiana, citando il caso della giornalista Domenica Canchano alla quale è stata negata la possibilità di venire riconosciuta come direttore responsabile di una testata giornalistica italiana pur essendo iscritta all’Ordine della Liguria.

Sulla scia della positiva esperienza già avviata da alcuni Comuni italiani, Anci, Save the Children e Rete G2 – Seconde Generazioni presenteranno la Campagna, che coinvolgerà i Comuni italiani e migliaia di ragazzi e ragazze di origine straniera nati in Italia. Nel corso della conferenza stampa interverranno Graziano Delrio, presidente Anci e sindaco di Reggio Emilia, Flavio Zanonato, vicepresidente Anci con delega all’immigrazione e sindaco di Padova, Raffaela Milano, direttore programmi Italia – Europa di Save the Children Italia e Mohamed Tailmoun, portavoce Rete G2 – Seconde Generazioni. Tra le iniziative, sarà presentata la guida online sulla cittadinanza “18 anni …in Comune!”, realizzata da Anci, Save the Children e Rete G2 – Seconde Generazioni per indicare alle seconde generazioni neo maggiorenni l’iter per l’acquisizione della cittadinanza italiana.

Durante la conferenza stampa sono inoltre previste alcune testimonianze della Rete G2 e della giornalista Paula Baudet Vivanco dell’Ansi, sulle difficoltà concrete delle seconde generazioni senza diritti.

Appuntamento giovedì 13 ottobre a Roma, alle ore 12, presso la sede Anci di Via dei Prefetti, 46.

Condividi post
Repost0
26 settembre 2011 1 26 /09 /settembre /2011 23:30

Anche Ansi parteciperà alla due giorni fiorentina del 7 e 8 ottobre che permetterà la creazione di un nuovo strumento per contrastare la dilagante precarietà del lavoro giornalistico: la “Carta di Firenze”. Agli inizi del prossimo mese si terrà nel capoluogo toscano la manifestazione “Giornalisti e Giornalismi. Insieme per la dignità della nostra professione”, organizzata da Ordine nazionale dei giornalisti, Federazione nazionale della Stampa italiana, Ordine dei giornalisti e Assostampa della Toscana, con il sostegno di Inpgi e Casagit.

Più di 300 giornalisti provenienti da tutta Italia daranno vita alla “Carta di Firenze”, uno strumento che dovrà servire non solo a stigmatizzare lo sfruttamento dei colleghi, soprattutto quelli senza contratto (autonomi, parasubordinati, precari, freelance) ma anche a individuare condotte e comportamenti che potranno diventare oggetto di procedimento disciplinare da parte di Ordine e Sindacato.

L’incontro di Firenze avrà grande visibilità presso le istituzioni  e l’opinione pubblica: sarà quindi l’occasione per far sentire la nostra voce.

Alcune realtà cittadine o regionali della Stampa stanno organizzando pullman gratuiti e ospitalità. Invitiamo i nostri soci e socie o comunque i colleghi sostenitori dell’Ansi che vogliano partecipare a contattare  direttamente le organizzazioni locali di categoria.

Condividi post
Repost0
6 luglio 2011 3 06 /07 /luglio /2011 21:47

If you are interested in migration and media issues and want to gain experience in any or both of these fields, you might be eligible to spend three months interning with a leading organization!

Within the framework of the project Migrants in the Spotlight: Training and Capacity Building for Media Representatives and Students”, financed by the European Commission, the International Organization for Migration and its partners are recruiting 24 interns for a three months traineeship each.

Complete information: IOM – OIM

Condividi post
Repost0
31 maggio 2011 2 31 /05 /maggio /2011 21:03

The European Policy Centre is delighted to invite you to a Policy Dialogue on the influence of the media in forming public perceptions about minorities and immigrants on 31 May 2011.

Raymon Dassi a Bruxelles al Policy Dialogue on the influence of the media in forming public perceptions about minorities and immigrants on 31 May 2011

In recent months, commentary on the failure of immigrant integration policies has again made the front pages of European media, against a backdrop of rising populism and growing anti-immigrant sentiment revealed in public opinion polls. While several factors may explain this phenomenon, this policy dialogue will focus particularly on the role of the media in forming public perceptions of minority and immigrant communities. Practitioners from both sides of the Atlantic will share experiences and best practice, and discuss how the media can better promote public understanding of the benefits of diversity.

To discuss these issues, we are pleased to welcome a panel of experts, including Alexandra Moe, Washington DC Director of New America Media, Oliver Money-Kyrle, Assistant General Secretary of the International Federation of Journalists, and Raymon Dassi, Journalist and Member of Italian Intercultural Journalists Association (ANSI). The discussion – which will be followed by a question and answer session – will be moderated by Yves Pascouau, EPC Senior Policy Analyst.

Galleria fotografica disponibile sul portale Facebook. 

Rassegna stampa:

Condividi post
Repost0
3 marzo 2011 4 03 /03 /marzo /2011 20:37

“Il mondo in casa” è il forum sul tema media e immigrazione che si è tenuto a Trento dal 30 marzo al 2 aprile. L’iniziativa, promossa dal Cinfomi – Centro informativo per l’immigrazione e dalla Provincia autonoma di Trento, è patrocinato dall’Ordine dei Giornalisti e dalla FNSI.

L’obiettivo del forum è quello di indagare il rapporto tra i mezzi di comunicazione e l’immigrazione, argomento attuale soprattutto alla luce di ciò che sta avvenendo in Libia e in molti paesi del Mediterraneo.

Come viene raccontata l’immigrazione dagli organi di informazione nel contesto locale e nazionale? Che bilancio possiamo fare dell’applicazione del protocollo deontologico “Carta di Roma”? Qual è la responsabilità del comunicatore nella percezione, da parte della comunità, della presenza dei cittadini stranieri? Sono alcune delle questioni che affronteranno, nel corso del convegno, giornalisti, esperti del settore, operatori che quotidianamente si misurano “sul campo” con le problematiche poste dall’immigrazione.

Rassegna stampa dell’evento:

Condividi post
Repost0
14 gennaio 2011 5 14 /01 /gennaio /2011 20:32

Dall’11 al 14 gennaio 2011 si è tenuto, a Bergamo, il 26° Congresso della Federazione Nazionale Stampa Italiana (FNSI), il sindacato unitario dei giornalisti italiani, a cui ha preso parte anche Viorica Nechifor, presidente dell’Associazione Nazionale Stampa Interculturale (ANSI): un gruppo di specializzazione promosso da giornalisti di origine straniera nato da una collaborazione con COSPE.

Qui di seguito riportiamo alcune parti dell’intervento di Viorica Nechifor durante il Congresso, pubblicato sul sito della FNSI:

“Al momento siamo riusciti a far iscrivere 30 colleghi ai vari ordini regionali che, recependo le direttive europee, non considerano la cittadinanza vincolante all’inserimento nelle proprie liste”. Sono questi i dati forniti da Viorica Nechifor, presidente dell’Associazione Stampa Interculturale, intervenuta nel pomeriggio al congresso della Fnsi. “Nata il 18 febbraio 2010 – ha continuato la rappresentante Ansi – la nostra appartenenza a questa federazione è stata fortemente voluta perché alla base della nascita di questa associazione c’è stato un lavoro lungo 6 anni che ci ha fatto valutare l’importanza che questo diventi un gruppo di specializzazione all’interno dell’Fnsi e non un’associazione separata.

“Abbiamo ‘sacrificato’ molti soci affinché ci si facesse un’idea del numero di giornalisti stranieri che lavorano con le testate italiane”.
Durante il suo intervento la presidente Nechifor ha ribadito la completa disponibilità delle proprie risorse e professionalità alla Federazione aggiungendo: “Vogliamo metterci accanto ai nostri colleghi durante il lavoro sulla Carta di Roma, noi ci siamo e ci saremo. Già molte associazioni regionali ci hanno dato disponibilità: la nostra sede di riferimento è l’Associazione Stampa Subalpina e la sede di lavoro è la Fnsi”.

Condividi post
Repost0

Giornalismo e Intercultura

logoansiPagina ufficiale  della Associazione Nazionale Stampa Interculturale

 

FB-rid  Facebook 

 

twitt-rid.jpg Twitter

 

linkdin-rid.jpg

LinkedIn


Con il sostegno di

OS-rid.jpg

Archivi

Partners

FNSIsubalpina

Fij-rid

cospe