Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
18 febbraio 2012 6 18 /02 /febbraio /2012 14:40

amicall-logo.jpg

Venerdì 24 febbraio 2012 presso Torino Incontra in Via Nino Costa 8 si svolgerà la giornata "Comunicare (per) l'integrazione - La politica locale e la sfida comunicativa", organizzata da FIERI, partner italiano di AMICALL, in collaborazione con il Comune di Torino.  

A partire dai primi risultati del progetto, operatori, decisori, professionisti della comunicazione e studiosi verranno invitati a un confronto aperto, finalizzatoa un bilancio delle esperienze passate e ad esplorare possibili approcci innovativi. 

Sul portale FIERI sono disponibili tutte le informazioni, nonchè il programma della giornata. ANSI parteciperà nella sessione pomeridiana (ore 15.00) sul tema: Informare in una società multiculturale: il ruolodei media, degli enti locali e della società civile

 

 

Condividi post
Repost0
8 febbraio 2012 3 08 /02 /febbraio /2012 18:33

cieroma1.JPG

Proseguono gli incontri di formazione per giornalisti “CIE e CARA – Istruzioni per l’uso” a cura della campagna LasciateCIEntrare in collaborazione con la Federazione nazionale della stampa italiana e l'Ordine nazionale dei Giornalisti. Prossimo appuntamento a Torino il 14 marzo (programma e contatti in coda). Dopo il successo della campagna con la rimozione del divieto di accesso alla stampa a tutti i centri per migranti, dal dicembre 2011 i giornalisti possono di nuovo chiedere l'autorizzazione ai prefetti per visitare i centri di accoglienza per richiedenti asilo (Cara) e i centri di identificazione e di espulsione (Cie), che sono invece dei luoghi di detenzione amministrativa.

Ecco un esempio delle cose che possono succedere in un Cie, alcune storie relative solo al 2011:

  • Una ragazza bolognese di 14 anni è stata reclusa per sbaglio:

 http://it.notizie.yahoo.com/bologna-adolescente-fugge-di-casa-si-finge-tunisina-192924480.html

  • La storia di Adama, che ha denunciato le violenze da parte del compagno e invece di essere protetta è stata rinchiusa nel Cie di Bologna:

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2011/11/30/news/adama_uscita_dal_cie_ora_sar_protetta-25877039/#commenta

  • La storia che ha fatto il giro del mondo: Winny e Nizar. Lui tunisino rinchiuso nel Cie (ora dismesso) di Trapani Chinisia (costruito su una pista dell'aeroporto) e la moglie olandese incinta che cerca di liberarlo (Nizar aveva un visto Schengen e non doveva stare in un Cie):

http://fortresseurope.blogspot.com/2011/10/lamore-ai-tempi-della-frontiera-winny-e.html

I giornalisti che vogliono partecipare all'incontro possono dare conferma per email o per telefono ai contatti indicati.

Cordiali saluti,
Raffaella Cosentino per LasciateCIEntrare

LASCIATECIENTRARE
CIE E CARA, ISTRUZIONI PER L’USO
Incontro di formazione ed approfondimento con i giornalisti

Torino, mercoledì 14 marzo 2012, ore 9,30
Sala Toniolo - Palazzo Ceriana Mayneri - Corso Stati Uniti 27 - 10128 Torino

PROGRAMMA DEL WORKSHOP

SALUTI
9,30 - Accoglienza e registrazione
9,45 - Saluto di apertura da parte di Alessandra Comazzi, Segretario dell'Associazione della Stampa Subalpina

INTRODUZIONE
10,00 - Raffaella Cosentino, giornalista – campagna LasciateCIEntrare - Brevi cenni della campagna realizzata nel 2011, la mobilitazione, l’abrogazione della Circolare n. 1305, lo sviluppo della fase di informazione e sensibilizzazione in Italia e la rete a livello europeo. Testimonianza sulle visite giornalistiche nei Cie.

FORMAZIONE

10,30 - Avv. Alessandra Ballerini, legale Asgi - Normativa in tema di espulsione e detenzione amministrativa (testo unico, regolamento di attuazione, Cedu e direttive); Normativa in tema di diritto di asilo, protezione e Art. 18; Diritti Umani inviolabili e casi si inespellibilità.

11,15 - Avv. Gianluca Vitale, legale Asgi - Il caso del Cie di Torino, testimonianza di un avvocato difensore.

12,00 - Gabriele Del Grande, giornalista - testimonianza sul Cie di Torino in collegamento Skype.

12,20 - Monica Cerutti (Sel) - testimonianza di una consigliera regionale sul Cie di Torino.

12,40 - Marcella Rodino, giornalista, Istituto Paralleli intervento sulla Carta di Roma

13,15 - Viorica Nechifor, presidente dell'Associazione Nazionale Stampa Interculturale.

13,30 - Domande e dibattito.

Per informazioni e per registrarsi al workshop gratuito: Raffaella Cosentino – 333.7401795 -  raffaella.cosentino@gmail.com

Condividi post
Repost0
16 gennaio 2012 1 16 /01 /gennaio /2012 18:23
Benvenuti_in_Italia.jpg
L'Archivio delle memorie migranti sta preparando il lancio nazionale del film BENVENUTI IN ITALIA realizzato da cinque giovani filmmaker migranti con il contributo delle Fondazioni Open Society e  Lettera27. L'anteprima si terrà martedì 24 gennaio alla Casa del Cinema di Roma alla presenza di autori, produttori e staff dell'Archivio nonché di personalità della cultura, dello spettacolo e della comunicazione audiovisiva.

Il 27 gennaio invece il film sarà proiettato nelle 5 città (Roma, Milano, Napoli, Venezia, Verona) dove è stato girato. Ogni serata sarà organizzata in collaborazione con  associazioni o realtà attive sul territorio. 
La scelta del 27 gennaio, Giorno della Memoria, vuole essere un modo di ricordare, accanto e insieme alla memoria della Shoah, il crescente bisogno di riflessione sulla memoria dell'esclusione e dei respingimenti che ha caratterizzato tutto il ventennio passato - dalla nave Vlora che entra a Bari nel 1991 con 20.000 profughi albanesi subito riportati in patria, alle tragedie ripetute degli sbarchi di profughi provenienti dalla Grecia e Turchia oltre che dalla Libia, fino all'incendio del campo Rom a Torino e l'omicidio di senegalesi a Firenze.
Un unico filo conduttore, e una stessa memoria di intolleranza razziale e di esclusione, con cui riteniamo di doverci confrontare nell'Italia di oggi.
Gli autori del film, Aluk Amiri, Hamed Dera, Hevi Dilara, Zakaria Mohamed Ali e Dagmawi Yimer provengono da mondi e percorsi molto lontani tra loro e sono stati selezionati indipendentemente dalla loro esperienza nel campo degli audiovisivi. Molti di loro non avevano mai preso una telecamera in mano. Dopo un percorso di formazione, hanno scelto di ambientare le storie nei diversi contesti del loro arrivo.

I cinque cortometraggi sono un mosaico di piccole storie accomunate dalla ricerca di uno sguardo interno sulla condizione migrante e, insieme, un ritratto composito dell’Italia e del suo sistema di accoglienza riflesso negli occhi di chi arriva.

L’anteprima nazionale si terrà il 24 Gennaio alle 20:30 presso la Casa del Cinema di Roma, Largo Marcello Mastroianni 1, con inviti riservati alla stampa e un dibattito moderato da Giovanni Anversa a cui prenderanno parte tra gli altri gli autori, Roberto Natale (FNSI) e il regista Andrea Segre .

Il film sarà in distribuzione dal 27 gennaio 2012 e potrà essere richiesto sul sito:http://www.archiviomemoriemigranti.net/

Di seguito gli appuntamenti per le proiezioni:

  • Venezia ore 16:00, Casa del Cinema, Pal. Mocenigo –S. Stae 1990.
  • Milano ore 20:00, Institut Français Milano, Corso Magenta 63.
  • Napoli ore 19:00, Cinema Astra, via Mezzocannone 109.
  • Roma ore 20:30, Piccolo Apollo, via di Conte Verde 51.
  • Verona ore 20:30, Cinema Teatro Stimate, via Montanari 1.

Condividi post
Repost0
27 dicembre 2011 2 27 /12 /dicembre /2011 23:34

Benvenuti a tutti e tutte.

Il sito dell'Associazione nazionale Stampa interculturale è stato completamente rivisitato dal punto di vista pratico, tecnico ed estetico.

Una pagina più piacevole, più facile da leggere e più pratica per cercare negli archivi del sito.

Un design più vicino a quello di una testata online per rendere l'anima giornalistica dell'associazione. Un archivio consultabile sia per categorie che per ordine cronologico.

Collegata ad omonime pagine su Facebook, Twitter, LinkedIn e Google+. La nuova pagina è tutta pronta per sfruttare il massimo delle possibilità offerte dal web 2.0

 

Buona lettura e buon anno!

Condividi post
Repost0
16 dicembre 2011 5 16 /12 /dicembre /2011 11:51

Si è costituita oggi l’associazione “Carta di Roma“ con lo scopo di dare attuazione all’omonimo protocollo deontologico della professione giornalistica concernente richiedenti asilo, rifugiati, vittime della tratta e migranti, sottoscritto dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e dalla Federazione Nazionale della Stampa Italiana.

Ne fanno parte: A buon diritto, Acli, Amnesty International, Arci, Archivio immigrazione, Asgi, Capodarco, Centro Astalli, Cestim, Cnog, Cospe, Federazione delle Chiese evangeliche in Italia – FCEI,  Istituto Paralleli, Lunaria, Rete G2 – Seconde generazioni, UNHCR, invitato permanente, e UNAR, osservatore permanente. Tra i principali promotori del codice deontologico e ora anche socia della neonata associazione: l’Fnsi – Federazione nazionale della Stampa, di cui Ansi è gruppo di specializzazione.

L’associazione ha eletto presidente Tiziana Ferrario, giornalista del Tg1 e rappresentante dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti.

Scopo dell’associazione è la promozione di iniziative per assicurare una responsabilità sociale dell’informazione sui temi dell’immigrazione e dell’asilo e, in generale, per garantire il rispetto delle minoranze, la correttezza dell’informazione e il superamento degli stereotipi.

È un momento d’incontro tra le espressioni della società civile, le rappresentanze professionali giornalistiche e del mondo della ricerca, un segnale tanto più importante alla luce dei gravi episodi di Torino e Firenze, entrambi caratterizzati da violenza di stampo razzista e xenofobo.

Condividi post
Repost0
14 dicembre 2011 3 14 /12 /dicembre /2011 11:53

Il 13 dicembre il neo ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri ha firmato una direttiva che di fatto revoca la circolare 1305 dell’ex ministro Roberto Maroni, che impediva l’ingresso dei giornalisti nei Cie e nei Cara. L’emanazione della discussa circolare scatenò le proteste della società civile, di alcuni parlamentari, dell’Ordine dei giornalisti e della Federazione nazionale della Stampa (Fnsi) e che insieme diedero vita alla campagna LasciateCIEntrare, con la manifestazione del 25 luglio fuori i Cie e i Cara di tutta la penisola. Manifestazione alla quale aderì anche l’Associazione nazionale Stampa interculturale.

Soddisfazione per la riapertura dei cancelli, dopo otto mesi di censura, è stata espressa da Fnsi: “E’ un’ottima notizia la decisione del ministro Cancellieri di aprire di nuovo ai giornalisti le porte dei Cie. Finalmente viene ripristinato il nostro diritto-dovere di raccontare ciò che avviene in queste strutture. La revoca del divieto è una riaffermazione di basilari principi costituzionali, per la quale anche la Fnsi ringrazia il ministro Cancellieri e tutti i parlamentari che si sono battuti per il risultato di oggi”.

Condividi post
Repost0
19 novembre 2011 6 19 /11 /novembre /2011 22:15

Venerdì, 18 novembre, lungo tutto l’arco della giornata si è tenuta  l’assemblea annuale nazionale dell’Ansi. Hanno partecipato soci e sostenitori di diverse città italiane, da Genova a Milano, da Bologna a Verona e  di diverse origini, tutti giornalisti e giornaliste che esercitano in Italia.  L’incontro si è tenuto a  Roma, presso la Federazione nazionale della Stampa italiana ed è stata aperta  dai saluti del presidente Fnsi e da una relazione introduttiva della presidente Ansi Viorica Nechifor.

Tra i punti all’Ordine del giorno:
- Campagna di modifica dell’articolo 3 della legge sulla riguardante nazionalità del direttore responsabile (e proprietario, articolo 4), l. 47/48. Aggiornamento sugli scambi con Consiglio nazionale Ordine giornalisti, Fnsi, Unar, Asgi e altri esperti
- Strategia per migliorare accesso agli Ordini regionali (inchiesta per la guida “Come diventare giornalista”)
- Riunioni locali del 2011 già svolte (Firenze, Genova e Napoli) e quelle possibili future (Milano e Verona) oltre a interventi dalle altre città dei soci e invitati all’assemblea
- Presentazione sito Ansi

Condividi post
Repost0
3 novembre 2011 4 03 /11 /novembre /2011 23:38

Roma – Vista la partecipazione di Ansi al percorso della Carta di Firenze per l’elaborazione di un codice che tuteli i giornalisti freelance, approfondisca e amplifichi il dibattito sui problemi della precarietà nel settore del lavoro dei giornalisti, segnaliamo un’iniziativa che si terrà a Roma la mattina del 4 novembre. Si tratta della giornata di ‘’Stand Up for Journalism’’, la campagna lanciata nel 2008 dalla Federazione europea dei giornalisti, dedicata quest’anno al problema del lavoro precario e della difesa dei freelance.
L’appuntamento è a Roma, presso la sede della Fnsi, in Corso Vittorio
Emanuele, 349, venerdì 4 novembre, dalle ore 10.

All’iniziativa parteciperanno oltre a segretario e presidente di Fnsi, Franco Siddi e Roberto Natale, anche i presidenti degli altri quattro istituti di categoria: Enzo Iacopino (Ordine dei giornalisti), Andrea Camporese (Inpgi), Daniele Cerrato (Casagit), Marina Cosi (Fondo pensione complementare dei giornalisti italiani). Saranno presenti i colleghi della Commissione nazionale lavoro autonomo di tutte le regioni. Durante l’incontro, aperto a tutti, saranno illustrati i nuovi dati sulla progressiva frammentazione della professione giornalistica nel nostro Paese. La fotografia delle condizioni di lavoro è ormai stranota e servono azioni concrete e strumenti efficaci per ridare dignità al lavoro dei non contrattualizzati. A Firenze, oltre alla Carta (che dovrà essere
approvata defnitivamente dal Consiglio dell’Ordine che si riunirà martedì 8 novembre) è stato approvato dall’assemblea un ordine del giorno che impegna gli organismi di categoria a dare concreta attuazione, ciascuno per le proprie competenze, ai principi contenuti nella Carta deontologica.

Condividi post
Repost0
12 ottobre 2011 3 12 /10 /ottobre /2011 23:37

La mattina di lunedì 17 ottobre l’Ansi incontrerà il presidente del Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli nel capoluogo campano. Gabriela Pentelescu, socia Ansi di Napoli e Paula Baudet Vivanco, segretaria nazionale Ansi, parleranno in particolare delle critiche nei confronti dell’articolo 3 della legge italiana sulla Stampa che di fatto impedisce ai giornalisti non comunitari di venire riconosciuti come direttori responsabili di testate giornalistiche registrate o da registrare in Italia.

Condividi post
Repost0
11 ottobre 2011 2 11 /10 /ottobre /2011 23:36

Sabato 15 ottobre alle ore 10, 30 presso la sede dell’Associazione ligure dei giornalisti, in via Fieschi 3/26, Ansi  (Associazione nazionale della Stampa interculturale, gruppo di specializzazione Fnsi, che si propone di tutelare i diritti dei giornalisti di origine straniera) incontra i colleghi della Liguria. Pierpatrizia Lava, presidente dell’Associazione dei Giornalisti Liguri, presenterà l’associazione e le sue attività ai partecipanti.

Viorica Nechifor, presidente dell’Associazione Ansi, parlerà del lavoro svolto a distanza di un anno dalla costituzione del gruppo di specializzazione e illustrerà gli obiettivi futuri: la modifica della legge sul direttore responsabile, che attualmente deve avere cittadinanza italiana o europea. Norma recentemente riconosciuta come discriminatoria dall’Unar aprendo la possibilità di un percorso abrogativo.
E sull’accesso ai concorsi pubblici per i giornalisti non comunitari.

Info: : Domenica Canchano (Ansi Liguria), mornetica@yahoo.it e presidenza@associazioneansi.org

Condividi post
Repost0

Giornalismo e Intercultura

logoansiPagina ufficiale  della Associazione Nazionale Stampa Interculturale

 

FB-rid  Facebook 

 

twitt-rid.jpg Twitter

 

linkdin-rid.jpg

LinkedIn


Con il sostegno di

OS-rid.jpg

Archivi

Partners

FNSIsubalpina

Fij-rid

cospe