Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
28 maggio 2011 6 28 /05 /maggio /2011 21:01

Martedì 10 maggio si è svolto  presso l’Istituto degli Innocenti di Firenze – il convegno dal titolo  MEDIA DIVERSITA  promosso da COSPE, Università di Firenze, Regione Toscana, Assostampa e Ordine dei Giornalisti della Toscana. Durante il convegno sono stati illustrati i primi dati dello studio condotto dell’Osservatorio Regionale su Media e Immigrazione, costituito dal gruppo di ricerca RIMEDIA (Rappresentazioni e Immagini dei Migranti nei Media) dell’Università di Firenze, coordinato da Carlo Sorrentino.

Il monitoraggio dei quotidiani locali – concentratosi nella prima settimana dei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2011, per un totale di 1183 articoli rilevati – ha evidenziato alcune tendenze ampiamente diffuse nella stampa nazionale, ma anche delle buone pratiche che rappresentano una peculiarità positiva della notiziabilità toscana.

Se infatti permane la sovrarappresentazione dei fatti di cronaca (53,6%), emerge una significativa percentuale di articoli anche nelle sezioni dedicate alla cultura (12,5%), alle iniziative a favore dell’immigrazione e all’area dei servizi (22,1%) e nella politica (15%). Non solo: i migranti protagonisti degli articoli rilevati sono spesso veri e propri “attori” della scena sociale, capaci di allacciare relazioni cooperative con la popolazione autoctona o tra le diverse etnie. Si confermano però anche le tendenze negative: è ancora la nazionalità, nella maggior parte dei casi (54% degli articoli) a rappresentare i migranti.

Tra i più rappresentati cinesi, romeni, albanese, marocchina e nordamericana. Quasi sempre si parla di rapporti conflittuali tra i soggetti  presenti nell’articolo (47,5%).  Inoltre 5,15% dei casi si utilizza la parola “clandestino”, mentre nel 4,3% si usa la parola “extracomunitario”. Relativamente ai dati territoriali, è emerso che la rappresentazione sui quotidiani toscani delle diverse nazionalità non sempre corrisponde alla loro diffusione reale (secondo i dati ISTAT): è il caso della provincia di Firenze, in cui il primato della comunità albanese è superato – in termini di articoli dedicati – dalla popolazione rumena, numericamente inferiore.

Questi dati hanno permesso lo svilupparsi di un dibattito articolato e ricco di spunti per il lavoro giornalistico quotidiano come ha sottolineato Roberto Natale “ i materiali presentati al convegno  – ha detto il Presidente FNSI – rappresentano strumenti di lavoro fondamentali per il nostro lavoro e  per promuovere con sensibilità e la giusta riaffermazione di autonomia professionale una riflessione seria nelle redazioni”; ma anche delle istituzioni.

“Un’iniziativa importante – ha detto l’assessore regionale Salvatore Allocca  -per gli strumenti che ha prodotto e il dialogo che ha avviato proficuamente con il mondo del giornalismo toscano” e ha poi auspicato che “in un periodo di overdose informativa – si riuscissero a realizzare – anche iniziative  di educazione ai media per sviluppare un consumo critico dell’informazione”.

Durante il convegno è stato distribuito  l’opuscolo   Vademecum Toscana, curato da COSPE e Regione Toscana in collaborazione con Associazione stampa Toscana e Giornalisti contro il razzismo.

La pubblicazione è disponibile anche presso la sede dell’Associazione Stampa Toscana.

Programma del Convegno:

Saluti: Massimo Toschi – Consigliere del Presidente per la cooperazione e le relazioni internazionali e per la difesa dei diritti delle persone disabili – Regione  Toscana. Alessandra Maggi – Presidente dell’Istituto degli Innocenti Introduce: Salvatore Allocca – Assessore all’immigrazione della Regione Toscana

1. Prima sessione – Ore 10 – 12.00

Dalla Carta di Roma all’Osservatorio su media e immigrazione della Regione Toscana, modera: Ismail Ademi (Rete degli Albanesi in Toscana)

Presentazione dei dati

La rappresentazione dei migranti nei quotidiani toscani – Alessandra Marilli, Letizia Materassi, Carlo Sorrentino, Andrea Villa (Laboratorio Rimedia, Cospe – Università di Firenze)
• “Immigrazione, il ‘sentiment’ della Rete” – Giuseppe Burschtein ( AD Frankenstein Progetti di vita digitale)

Coffee Break

Tavola rotonda con Roberto Natale (FNSI), Anna Meli (COSPE), Claudio Armini (ODG Toscana), Stefano Fabbri (Cronisti Toscani), Antonello Riccelli (UCSI), Elisabetta Giudrinetti (Giornalisti Uffici Stampa)

Seconda sessione: ore 12.30 – 13.30
L’importanza di competenze interculturali nei media: l’esperienza dell’ANSI e la nascita della sezione toscana

modera: Junyi Bai (Associna)
intervengono: Paolo Ciampi (Assostampa Toscana), Viorica Nechifor (Presidente Ansi), Beatrice Montini (Giornalisti contro il razzismo), Edita Pucinskaite (ANSI Toscana)

Rassegna stampa dell’evento 

Condividi post

Repost 0
ansi-intercultura - in mediattivismo
scrivi un commento

commenti

Giornalismo e Intercultura

logoansiPagina ufficiale  della Associazione Nazionale Stampa Interculturale

 

FB-rid  Facebook 

 

twitt-rid.jpg Twitter

 

linkdin-rid.jpg

LinkedIn


Con il sostegno di

OS-rid.jpg

Archivi

Partners

FNSIsubalpina

Fij-rid

cospe